Unità precedente Sommario Unità successiva Quaderno di Epidemiologia * prof. Ezio Bottarelli

*11. Test di screening e diagnostici

Cap. 1 Cap. 2 Cap. 3 Cap. 4 Cap. 5 Cap. 6 Cap. 7 Cap. 8 Cap. 9 Cap. 10 Cap. 11 Cap. 12 Cap. 13 Cap. 14 Unita' 1 Unita' 2 Unita' 3 Unita' 4 Unita' 5 Unita' 6 Unita' 7 Unita' 8 Unita' 9 Unita' 10 Unita' 11 Unita' 12

Test multipli: utilizzo di 2 test in parallelo

OBIETTIVO:

- verificare i vantaggi derivanti dall'impiego di 2 test eseguiti in parallelo


Oltre all'utilizzo di test multipli in serie, già visto Cap. 11, Unità 9 - Test multipli: utilizzo di 2 test in serie in precedenza, un altra modalità di impiego di test multipli è quella di applicare 2 (o più) test contemporaneamente agli animali della popolazione da saggiare.
La sensibilità e la specificità della combinazione di test dipendono dalla modalità di interpretazione dei risultati. Infatti, potranno ottenere le seguenti combinazioni di risultati:

Applicando due test contemporaneamente sorge un problema di interpretazione dei risultati. Infatti, è pacifico che gli animali T1+/T2+ siano considerati ammalati. Analogamente, è pacifico che gli animali T1-/T2- siano considerati sani. Ma come interpretare gli animali T1+/T2- e quelli T1-/T2+? Vi sono due possibilità: l'interpretazione «OR» e l'interpretazione «AND».

Epidemiologia veterinaria: utilizzo di due test in parallelo

L'interpretazione Cap. 11, Unità 11 - Test combinati: interpretazione in serie o in parallelo in modalità OR considera infetto (o ammalato) un animale che è risultato positivo a un test o all'altro o ad ambedue. Vengono quindi classificati come ammalati i seguenti animali: T+/T+, T+/T-, T-/T+.
Questa interpretazione aumenta la sensibilità ma diminuisce la specificità. Ciò è intuitivo, in quanto si fornisce a ciascun animale una maggiore opportunità (=probabilità) di reagire positivamente.

Nota che, ai fini della sensibilità e della specificità globali, l'utilizzo di due test «in parallelo modalità AND» é sovrapponibile all'utilizzo degli stessi due test «in serie» (v. Cap. 11, Unità 9 - Test multipli: utilizzo di 2 test in serie unità precedente).
Però, nella pratica, fra le due strategie (serie/parallelo) vi è una differenza importante: nel caso dei test in serie il numero complessivo di test da effettuare é inferiore rispetto a quanto ai test in parallelo. Infatti, nel caso della strategia «in serie» si effettua il primo test su tutti gli animali, e il secondo test solo su quelli risultati positivi. Invece, con la strategia «in parallelo» si saggiano tutti gli animali sia con il primo che con il secondo test. Per questo motivo la strategia «test in parallelo modalità AND» normalmente non viene utilizzata.

L'interpretazione Cap. 11, Unità 11 - Test combinati: interpretazione in serie o in parallelo in modalità AND considera infetto (o ammalato) un animale che è risultato positivo a entrambi i test. Vengono quindi classificati come ammalati i seguenti animali: T+/T+.
Questa modalità consente di ottenere una maggiore specificità; ciò è facilmente intuibile se si pensa che, per ciascun animale saggiato, la Cap. 8, Unità 2 - Probabilità di eventi complessi probabilità di risultare positivo a entrambi i test è inferiore rispetto a quanto avviene interpretando i risultati con modalità OR.

NELLA PROSSIMA UNITÀ:
si continua l'argomento riguardante l'utilizzo di due test in parallelo e, attraverso un esempio, si dimostra che l'interpretazione in parallelo aumenta la sensibilità e che l'interpretazione in serie aumenta la specificità.

Unità precedente Sommario Unità successiva

• TEST ARGOMENTI CAPITOLO 11             • FIRMA IL GUESTBOOK, PLEASE!

Licenza Creative Commons